views of barcelona from park guell bench

Biglietti Park Güell Barcellona

park guell general admission ticket
park guell customer service

Assistenza quando ne avete bisogno

Il nostro team si assicura che la vostra esperienza con noi sia il più piacevole possibile.

park guell calendar

Prenotazione rapida e online

Scegliete l'opzione migliore per le vostre preferenze ed evitate le code prenotando qui.

best attractions in barcelona

#2 Attrazioni a Barcellona

Godetevi l'arte e la natura al Park Güell, un'oasi di colore e design in città.

Esplorate il Parco Güell, una delle più importanti creazioni di Gaudì a Barcellona. Scoprite questo magnifico parco verde, circondato da un’architettura modernista, ammirando una vista mozzafiato di Barcellona.

Pro Tip: È meglio acquistare il biglietto per il Parco Güell online perché gli ingressi sono limitati. Capita spesso che, nei giorni di maggiore affluenza, le persone si presentino direttamente alla biglietteria a mezzogiorno e non riescano a visitare il parco prima delle 19.00 di sera a causa degli orari pieni… Ricordate quindi di prenotare il vostro biglietto online e sarete sicuri di poter visitare Park Güell nel momento che preferite.

Informazioni sul tour

Sulle scale colorate, si vede subito la famosa lucertola di Gaudí. Nessuno sembra essere in grado di capire esattamente che tipo di animale dovrebbe rappresentare questo “mostro”. È una salamandra enorme? Un’iguana? O una lucertola, una testa di serpente o un drago? In ogni caso, insieme alla panchina a mosaico, questa è l’opportunità fotografica più popolare dell’intero parco Gaudí di Barcellona!

Qui l’attenzione è rivolta soprattutto alla tortuosa panchina Jujol. Nel progettare questa panchina, Gaudì voleva realizzare una sedia che fosse assolutamente confortevole per il corpo umano, quindi gli operai dovettero sedersi nudi sul gesso, e dal modello risultante fu realizzata una sedia per la panchina. L’intera panchina è decorata con frammenti di porcellana e vetro che rappresentano un quadro perfetto di arte musiva creativa. Le panchine sono diventate il famoso punto di osservazione del Parco Güell che domina Barcellona.

In cima alle scale si arriva alla Sala Hipostila, o Sala dei 100 pilastri. Queste colonne doriche – lunghe 6 metri e con un diametro di 1,20 metri – servono a sostenere la piattaforma sovrastante, ma sono anche progettate per drenare l’acqua piovana. Le colonne sono dotate di tubi che assicurano il drenaggio dell’acqua piovana dal terreno sovrastante a un serbatoio che doveva rifornire d’acqua la città giardino. I soffitti colorati della Sala Hipostila sono opera dell’architetto Josep María Jujol, il collaboratore più creativo di Gaudí.

Sopra la Sala Hipostila si trova una grande piazza ovale, circondata da una lunga panca a chiocciola che funge da balaustra, oggi molto apprezzata dai visitatori per i suoi bellissimi mosaici (chiamati trencàdis). Gaudí voleva infatti trasformare questa piazza in un teatro all’aperto della spianata, non a caso lo chiamò “teatro greco” (Teatre Grec). La piazza misura 86 per 40 metri ed è in parte sostenuta dalle colonne sottostanti. Qui si trova il belvedere di Park Güell, da cui si gode di un’incredibile vista su Barcellona.

Ci sono due padiglioni, uno su entrambi i lati della porta principale. La Casa del Guarda, che oggi fa parte del MUHBA (Museo di Storia di Barcellona), era la casa del portiere, mentre quella a destra fungeva da portineria con una sala d’attesa e una cabina telefonica.

Il terreno su cui è stato costruito l’oggi verdissimo Parco Güell era un tempo brullo e molto arido. Gaudí scelse deliberatamente specie arboree e vegetali mediterranee che si adattassero bene al terreno: pini, eucalipti, magnolie, palme, cipressi, mandorli, susini, mimose, timo, lavanda, salvia e rosmarino. Risultato: ha sempre un profumo delizioso!

Si trovano anche i bellissimi Giardini d’Austria (Jardins d’Àustria), così chiamati perché qui sono stati piantati molti alberi provenienti dall’Austria, che Barcellona ha ricevuto in donazione nel 1977. Il giardino è stato creato dopo l’apertura del parco come parco comunale e la costruzione di un vivaio.

Una delle case di Park Güell apparteneva a Eusebi Güell: Casa Larrard. Questa villa risale al XVIII secolo ma è stata completamente ristrutturata da Gaudí. Oggi questa casa è la Park Güell Escola Baldiri Reixac e i bambini vanno a scuola qui.

Sul lato est della piazza del Teatro Greco si trova un cancello di ferro originale con un sentiero che conduce ai giardini di Casa Larrard. Questo “portico” o passeggiata, a un livello superiore rispetto alla casa, è circondato da una pineta e ha la forma di una grande onda su colonne inclinate, con una doppia colonna di sostegno. È uno dei migliori esempi dell’architettura organica che Gaudí rappresentava. Le colonne inclinate possono non dare la sensazione di stabilità, ma sono progettate in modo da sostenere saldamente gli oggetti.

Casa Museu Gaudí fu la residenza ufficiale di Gaudí dal 1906 al 1925, anche se nel corso degli anni vi si mostrò sempre meno: era totalmente assorbito dalla costruzione della Sagrada Família, dove aveva anche un letto del 1925. È una delle due case che furono completate nella città giardino di Park Güell, riconoscibile per le sue pareti esterne rosa a ciambella. La casa è anche chiamata “Torre rosa”.

La seconda casa che è stata costruita a Park Güell è stata Casa Trias, che prende il nome dall’avvocato Martin Trias I Domenech, il primo acquirente di un lotto nella città giardino nel 1902. Questa bella villa non è aperta al pubblico.

Il punto più alto del Parco Güell – e secondo molti il luogo con la migliore vista su Barcellona – è la collina Turo de les Tres Creus. Qui ci sono tre croci in cima a un mucchio di pietre, il Golgota. Due di essi indicano i punti cardinali (NSEW), mentre l’altro punta verso il cielo.

Gaudí aveva progettato di costruire una cappella in questo luogo, affinché gli abitanti della città giardino avessero un posto dove pregare. Tuttavia, durante i lavori, sono venuti alla luce i resti di grotte preistoriche e si è deciso di realizzare qui un sito commemorativo con le tre croci ( tres creus ).

Cosa è incluso

Vantaggio: Non ci sono limiti di tempo! Una volta entrati, si può rimanere quanto si vuole, ci sono così tante cose da fare al Park Güell!

Politica di cancellazione: Il biglietto non è rimborsabile. Una volta acquistati, la data e l’ora non possono essere modificate.

Nota: A causa della disponibilità limitata, è possibile che la fascia oraria scelta per la visita vari fino a 60 minuti.

date_range keyboard_arrow_down
access_time keyboard_arrow_down

Adulto info Da 12 anni

minus
plus

Ridotto info Bambino tra i 7 e i 12 anni compiuti

minus
plus

Bambino info Bambino tra i 0 e i 6 anni compiuti

minus
plus

Totale

(Booking fees included)

Migliorate la vostra esperienza con la visita guidata

Park guell entry office at dawn

Visita guidata del Parco Güell

Visita guidata del Parco Güell

Ubicazione

Indirizzo: 08024 Barcellona, Spagna
Punto di riferimento più vicino: Casa Vicens (1,4 km)

Il Parco Güell si trova sulle Colline del Carmelo a Barcellona, tra i quartieri di Gracia e Horta-Guinardo. Si trova nel quartiere di El Carmel, Vallcarca I els Penitents, La Salut, El Coll e Can Baro. Si estende sulle due colline di Les Menes e El Carmel. 17 ettari di spazi verdi circondati da regioni urbane sono pronti ad accogliervi. È meglio esplorarlo a piedi e con molto tempo a disposizione, perché le cose da fare a Park Güell sono molte.

Come raggiungere il Parco Güell

Prendete la metropolitana fino alla stazione Lesseps (L3, linea verde) e attraversate Plaça Lesseps e la trafficata Travessera de Dalt fino a Carrer Larrard. Qui si gira a sinistra e si sale fino a vedere l’ingresso principale del Parco Güell in Carrer d’Olot. Attenzione: la salita è piuttosto impegnativa e la passeggiata dura circa 20 minuti. Una buona opzione, ma con uno sforzo fisico. Scendere alla fermata della metropolitana Vallcarca.  Scegliere l’uscita Park Güell e girare a sinistra in via Baixada de la Glòria. Ora è possibile salire in parte con le scale mobili, ma preparatevi anche a una salita notevolmente ripida per raggiungere il parco Gaudí di Barcellona.

Avete quattro opzioni per l’autobus. Le prime due sono le linee H2 e 32. Vi lasceranno alla fermata Travessera de Dalt. Da lì si può camminare per 10 minuti per raggiungere il parco.

Poi arriva la linea 24 da Plaça Universitat, Plaça Catalunya o Passeig de Gràcia, che vi lascerà in Carretera del Carmel. L’ultima opzione di autobus pubblico è la linea 92, che passa anch’essa davanti alla Sagrada Familia ed è sullo stesso percorso della linea 24.

Naturalmente, anche l’autobus turistico proveniente da Barcellona fa una fermata a Park Güell. Scegliete l’autobus che fa il percorso blu. Questa linea passa anche per la Sagrada Familia, quindi è utile se volete combinare le due attrazioni. In questo modo si arriva direttamente alla fermata di Park Güell.

L’opzione più semplice. Un taxi può lasciarvi semplicemente davanti all’ingresso principale del Park Güell. Dal centro, pagherete circa 12 euro per una corsa. Potete utilizzare Cabify per la vostra comodità. Il miglior servizio taxi di Barcellona.

Si sconsiglia di raggiungere il Park Güell con il proprio veicolo. L’autostrada C-58 è il modo più rapido per raggiungere il Park Güell, ma non è comunque consigliabile guidare il proprio veicolo. Lì il parcheggio è un grattacapo costante. Per garantire la disponibilità di un posto al vostro arrivo, è necessario prenotare il parcheggio in anticipo. È possibile parcheggiare l’auto in diversi parcheggi locali, ma tutti sono a pagamento per il numero di ore. Inoltre, la distanza da lì all’ingresso principale è di 10-15 minuti.

This website is not affiliated with government entities and is not the official box office. Ticket price exceeds face value. Nuestra web no está afiliada a ninguna entidad gubernamental y no somos la oficina de venta oficial. Los precios exceden el valor nominal.